Chi sono?

Sono un giovane giornalista, iscritto all’Ordine da un decennio.

Dirigo da diversi anni una testata che negli ultimi anni s’è dovuto piegare alle dinamiche click bait.

Abbiamo sempre provato ad essere etici, in un universo drammatico, evitando categoricamente di pubblicare bufale e similia, per esempio.

Ma, anche solo con il click bait, siamo stati parzialmente colpevoli (noi, così come tutte le altre realtà informative nazionali. Alcune ben più di noi) dell’avvelenamento del clima nel Paese: costretti ad ottenere views per poter sopravvivere, abbiamo teso a scrivere principalmente temi di interesse per il “lettore” (necessarie le virgolette: anche chi legge, adesso manifesta enormi difficoltà di comprensione), piuttosto che temi di interesse reale.

Avendo visto quindi come i risultati migliori giungessero attraverso le news con migranti come protagonisti negativi (news vere, per carità, ma che battono più sulla nazionalità che sul fatto in sé), con commenti agghiaccianti annessi, volevo creare qualcosa che potesse ribaltare questa prospettiva.

Da qui è nata l’idea di creare questo blog, intitolato LaCrisiDeiMigrantiNonEsiste.

Perché, vedremo assieme, abbiamo tanti problemi, ma quello legato ai flussi migratori è proprio l’ultimo cui dovremmo pensare.